Svelato un abbozzo di trama della serie Star Trek: Discovery

Grazie alle parole di Aaron Harberts e Gretchen J. Berg rilasciate a Entertainment Weekly possiamo scoprire qualcosa di più sulla trama della imminente serie televisiva Star Trek: Discovery. Non si tratta ancora di una descrizione dettagliata ma, piuttosto, di un accenno di storia e di come questa si dipanerà lungo i 15 episodi della prima stagione.

Stando alle parole dei due showrunner la serie sarà fortemente serializzata, con moltissimi stravolgimenti della trama specialmente nei primi episodi. Cosa che rende difficile poterne raccontare lo svolgimento.

“Burnham [il Primo Ufficiale interpretato da Sonequa martin-Green] ha passato molto tempo su Vulcano, ma è comunque una umana. Sarek [il padre di Spock interpretato da James Frain] ha un ruolo molto importante nella sua vita. Una vita che è stata totalmente pianificata sino al momento in cui la donna compie una scelta molto difficile che la porterà completamente fuori dai binari stabiliti. Quando la vediamo per la prima volta è il Primo Ufficiale della nave stellare Shenzhou [sotto il comando del Capitano Philippa Georgiou, interpretata da Michelle Yeoh]. La scelta a cui stiamo alludendo è quanto di più difficile una persona possa fare , ed ha conseguenze su di lei, sulla Flotta Stellare, sulla Federazione e sull’intero universo. Questa scelta la porterà su una nuova nave, la Discovery [capitanata da Gabriel Lorca, interpretato da Jason Isaacs] e da quel momento avrà inizio ciò che noi due [Aaron Harberts e Gretchen J. Berg] chiamiamo il nostro secondo episodio pilota.”

Come è ormai noto Burham sarà il primo personaggio principale di una serie Trek a non essere un Capitano. Ecco come questo ha influenzato la realizzazione della serie:

“Il bello sta nel viaggio. Il vantaggio di non essere il Capitano ci permette di raccontare le storie da un punto di vista completamente differente. Sarà qualcosa di nuovo perché non saremo sul ponte di comando per tutto il tempo. Potremo vedere molte atre parti della nave.”

Harberts e Berg hanno anche confermato che i Klingon rivestiranno un ruolo molto importante nella storia  e che, come prevedibile, non saranno particolarmente amichevoli.

Parlando di ciò che ha influenzato maggiormente la stesura della storia di Star Trek: Discovery, gli showrunner hanno citato il senso di famiglia che si respira negli episodi della Serie Classica e The Next Generation. Grande rilevanza ha avuto l’influenza di Nicholas Meyer e dei suoi due film [L’Ira di Khan e L’ultima Frontiera] e, in termini di linguaggio visuale, il primo film in assoluto [The Motion Picture]. Non a caso la CBS ha permesso alla troupe di girare con un aspect ratio di 2:1, trasmettendo così alle immagini un’ampiezza cinematografica e una profondità inusuale per un prodotto televisivo. Non è mancata anche l’influenza estetica degli ultimi film della saga firmati J.J. Abrams.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.